Home Cane Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?

Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?

192
CONDIVIDI
Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?
Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?

Quali evitare e come aiutarli

Se vi siete mai chiesti quali siano i cibi tossici o che potrebbero far male ai nostri amici a quattro zampe ve lo diciamo noi.

Quali sono gli alimenti da evitare assolutamente? Se con noi convivono animali domestici dobbiamo fare molta attenzione quando offriamo loro del cibo; al nostro amico “Fido” o al nostro piccolo “Micio” potrebbe causare qualche problema se venisse ingerito qualcosa di tossico.

Se siete assolutamente preparati e conoscete alla perfezione quali sono i cibi tossici per i vostri pet, buon per voi, ma se avete qualche dubbio o qualche piccolo timore ecco un prezioso vademecum che abbiamo pensato tutto per voi, attenti e premurosi padroncini.

Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?
Quali sono i cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe?

Teneri cuccioli indifesi o astuti “Arsenio Lupen”?

Iniziamo con i bocconcini che chi di noi non ha mai offerto con amorevole affetto ai nostri piccoli pelosetti? Piccoli perché sono proprio loro, i nostri cuccioli di cane e di gatto, i più deboli e indifesi, i maggiormente esposti ai pericoli esterni.

Ma occorre fare molta attenzione anche con chi cucciolo non è più, perché si sa che mentre i gatti sanno autoregolarsi i cani possono trasformarsi in vere e proprie macchine infernali di cibo, tritatutto senza sosta, locomotrici impazzite alla ricerca di ogni più piccolo residuo alimentare voi possiate dimenticare sul tavolo da pranzo o lasciare incustodito sul piano di lavoro nelle vostre cucine.

Ed è proprio in questi casi che…zac! Il danno è fatto in un battibaleno! E in men che non si dica il vostro “Arsenio Lupen” a quattro zampe ha divorato tutto senza pietà, mentre voi rimanete lì attoniti ad osservarlo increduli.

Frutta si o frutta no?

In generale la frutta possiamo offrirla al nostro cane ma non dobbiamo mai esagerare nelle dosi; fichi, cachi, datteri, ciliegie, pesche, albicocche e tutta la frutta dolce e matura generano fermentazioni anomale nell’intestino che possono causare leggeri fastidi o effetti cronici. Pertanto: sì a mela, melone, cocomero, kiwi ma con estrema moderazione.

Qualora il vostro golosone a quattro zampe avesse spazzolato ogni residuo, noccioli compresi, non vi rimarrà che contattare immediatamente il vostro veterinario di fiducia e raccontargli tutto nei minimi dettagli non trascurando il peso del vostro cane e le quantità di cibo ingerite.

Verdura si o verdura no? E le ossa animali?

La verdura fresca tendenzialmente è qualcosa per cui i cani non vano certo matti perché sicuramente preferiscono una bella bistecca ma se abituati da cuccioli ne possono diventare ghiotti.

E allora si a zuppe di verdura e minestroni aggiungendone un cucchiaio alle loro crocchette abituali; la pappa diventerà così molto più gustosa e il vostro amico a quattro zampe ve ne sarà grato.

In alternativa possiamo “bagnare” la crocchetta con l’acqua di cottura delle verdure bollite rigorosamente biologiche; in particolare cavoli neri, broccoli, carote, patate, bietole, spinaci e fagiolini.

Vanno benissimo anche le verdure crude come per esempio i cetrioli e le zucchine. Il tutto sempre in piccole quantità senza mai esagerare, altrimenti avremo un effetto tutt’altro che benefico generando per esempio piccoli episodi di colite o diarrea.

E’ una buona abitudine premiare il nostro cane con bocconcini di verdure crude che apportano vitamine, sali minerali e fibre, sostanze nutritive che costituiscono preziosi alleati della buona salute dei nostri piccoli amici. Se ne consiglia l’assunzione in piccoli pezzetti più facilmente digeribili.

Massima attenzione nel caso delle ossa. Quelle del pollame possono provocare perforazioni di stomaco, esofago ed intestino mentre quelle dei mammiferi possono causare costipazione ed ostruzione intestinale.

Andando a spasso con il vostro cane prestate la massima attenzione a ciò che trovate sul vostro cammino; potrebbe essere molto pericoloso anche un osso abbandonato sugli argini della strada o addirittura bocconi avvelenati.

Il solo contatto da parte del vostro cane con questi ultimi impone una immediata corsa dal proprio veterinario.

Cibi tossici: quali evitare

Una piccola premessa è necessaria a chiarire che di tossicità si può parlare solo se di grandi quantità ingerite si tratta.

Un cibo leggermente tossico può diventare molto pericoloso se ingerito in grosse quantità, esattamente come un alimento fortemente tossico può rivelarsi letale se ingerito in piccole dosi.

Cipolla cruda o cotta e aglio sono assolutamente da evitare in quanto sostanze pericolose e tossiche perché possono danneggiare i globuli rossi e cagionare conseguente anemia.

Se vi capita di lasciare dell’uva fresca o essiccata in tavola meglio non farlo; può provocare nei cani e nei gatti gravi danni renali, in particolare sui soggetti predisposti.

Infine se parliamo di alta tossicità non dimentichiamoci del cacao e del cioccolato; non per ultimo il caffè.

Cibi eccitanti per natura che possono dare seguito, se ingeriti in discrete quantità, in aritmie cardiache e sintomi nervosi anche letali sia per i cani che per i gatti.

E il pane e la pizza sono cibi tossici? Quale cagnolone non impazzisce al suono del campanello quando arriva il porta pizze a casa? All’odore fumante di una bella “Napoletana” il nostro amico a quattro zampe è già lì seduto davanti al nostro piatto ad attendere con buona pace dei sensi il suo meritato bocconcino.

E allora cosa dobbiamo fare? Farci intenerire o non cedere minimamente a quegli occhioni supplichevoli? Lasciamo a voi la ardua sentenza tenuto conto che la tossicità resta un aspetto da non sottovalutare per tutti questi cibi di cui i nostri amici pelosetti sono golosi ma dai quali vanno tenuti lontani per tutelare nel migliore dei modi la loro salute.

E allora: che fare per evitare i cibi tossici?

L’invito da seguire è sempre quello di contattare tempestivamente il proprio veterinario e farsi consigliare al meglio ogni qualvolta che il nostro cane o il nostro gatto abbiano assunto cibo pericoloso.

Più saremo tempestivi e meno saranno i rischi a cui verranno sottoposti i nostri amici a quattro zampe. E allora fate molta attenzione e…buon appetito a tutti! Sabrina Malatesta

Loading...